Torna l’Arcobaleno

L’ultimo numero  dell’Arcobaleno d’Italia, il trimestrale organo ufficiale dell’UNPLI, era uscito l’autunno scorso, ancora sotto la presidenza Nardocci. Poi il rinnovo dei vertici UNPLI, e dalla nuova presidenza La Spina la richiesta di un restyling.

Ora è in distribuzione il primo numero dell’anno, nella nuova veste che lo vorrebbe più magazine dedicato alle bellezze d’Italia, viste e raccontate dalle nostre Pro Loco.

Patrizia Forlani, riconfermata direttrice del giornale, così ne spiega la mutata veste e i contenuti di questo primo numero:

Emozionare, valorizzare e scoprire. Sono stati questi sentimenti che hanno accompagnato la stesura del nuovo Arcobaleno. Un viaggio che parte con due affascinanti itinerari che ci guidano, passo dopo passo, alla scoperta di luoghi, poco conosciuti ma unici, come la Val Rendena e le acque del Matese. Non poteva mancare un percorso del gusto con le antiche e prelibate ricette della cucina povera veneta. E, ancora, gli approfondimenti sul patrimonio immateriale con i riti arborei della Basilicata, sulla cultura con il Museo dell’Intreccio e i riti di Lunissanti di Castelsardo. Senso di appartenenze e coesione delle Pro Loco sono il leitmotiv del reportage sulla Festa per le Pro Loco che si è tenuta a Loreto poche settimane fa. Negli antichi mestieri riviviamo le tradizioni, gli aneddoti e le storie delle merlettaie di Isernia.In eventi e sagre scopriamo I sapori Pro Loco di Villa Manin e i riti della Settimana Santa di Bisceglie. Dalle regioni una carrellata di manifestazioni che partono dall’Emilia Romagna, passando per il Molise fino ad arrivare alla Sicilia. E, infine, tutti gli appuntamenti nel trimestre che va da aprile a maggio. Con l’idea fissa di provare a raccontare il meglio dei nostri territori.”

 

 

1987-2017: l’unico giornale di pro loco in Sardegna festeggia la sua storia

Terralba Ieri ed Oggi: questo il nome della testata edita dalla Pro Loco di Terralba, l’unica presente in Sardegna.

Nel primo numero in uscita quest’anno si festeggiano i 30 anni di pubblicazioni. Nell’immagine di copertina le lettere del 30 sono composte con un caleidoscopio di immagini tratte dalle tante pubblicate, sulle copertine dei numeri dal 1987 ad oggi.

Scrive il direttore Gianfranco Corda nel suo editoriale: “Il giornale, fatto per i terralbesi e dai terralbesi, ha sempre avuto una spiccata propensione popolare ed è diventato uno strumento di dialogo e confronto, slegato da qualsiasi interesse politico ed economico… Le scelte di non perseguire scopi di lucro, di non richiedere finanziamenti agli enti pubblici, di non imporre un prezzo di copertina ma di richiedere un’offerta simbolica da devolvere in beneficenza, sono state da sempre prerogative basilari del giornale.”

La tiratura del giornale, 6.000 copie quelle stampate di questo numero, lo pongono fra i capofila di questo particolare tipologia di editoria. Aggiunge il presidente della Proloco Pino Diana: “Un grande ringraziamento voglio rivolgere a tutte le aziende che hanno utilizzato queste pagine per pubblicizzare e far conoscere le loro attività, consentendo a noi di reperire le risorse necessarie per la stampa. Un altro grande ringraziamento anche alle edicole e ai negozi che gratuitamente distribuiscono migliaia di copie della rivista.”

Chiudiamo con le parole del sindaco di Terralba, Pietro Paolo Piras: “Terralba si sente, o ancora vuole essere, una comunità. Noi vogliamo intercettare questo desiderio e dargli una risposta. In questa scommessa sta il senso di Terralba ieri & oggi, una rivista che ha scelto di porsi all’interno della comunità terralbese come un piccolo campanile dei nostri giorni per diventare luogo di espressione e sintesi delle sue istanze”.

 

 

Terra di Lavoro e Prima Guerra mondiale: se ne parla a Coreno

Domani pomeriggio, sabato 22 aprile 2017, presentazione del libro LA PRIMA GUERRA MONDIALE E L’ALTA TERRA DI LAVORO : I CADUTI E LA MEMORIA di Gaetano de Angelis-Curtis, presidente della opnlus centro documentazione e studi cassinati. L’incontro  si terrà a Coreno  presso la sala polifunzonale comunale.

Ne da notizia la piccola, ma vivace e propositiva, Associazione Pro Loco di Coreno Ausonio,  che, in occasione della Pasqua, ha distribuito il numero 120 del periodico La Serra (nell’immagine, la prima pagina del giornale in uscita).

 

Giornali on line si raccontano a Castroreale

A fianco delle tradizioni testate stampate su carta, negli ultimi anni sono diverse le presenze sul web di giornali che la carta l’hanno lasciata del tutto.

Il fenomeno interessa anche le testate seguite da GEPLI, quelle nate sul territorio,  per iniziative di singole associazioni pro loco.

All’incontro di Castroreale, nello spazio del pomeriggio di sabato 17 giugno, ci sarà l’occasione di ascoltare, dai protagonisti, le storie di due di questi giornali on line:

  • La Fenice On Line, da Mirabella Eclano (AV)
  • Pianeta Militello, di Militello Val di Catania (CT)

        

P.S. Particolarità della testata siciliana, quella di uscire, oltre che in italiano, anche in altre tre versioni, inglese, tedesca e francese.

Cose Nostre di aprile

Da ieri, venerdì 14 aprile, è in edicola e in spedizione agli abbonati il numero 496 di COSE NOSTRE.

titolo_cose_nostre

Una selezione degli articoli su questo numero:

  • Elezioni amministrative 2017: ancora nodi da sciogliere 
  • Aree ATA, convenzione con AEDES è cosa fatta

  • Il risiko dei megacentri commerciali: c’è spazio per tutti? (l’inchiesta nelle pagine centrali)

  • Mappano Comune, quale consiglio, quale sindaco? 

  • Caselle: fra tampe e tacun, un paese a buche e strisce

  • Collegamenti aeroporto-Torino: nuovi autobus per SADEM

  • Linda Russello, tra musical e conservatorio, per la rubrica Un sorso di futuro

  • La storia del castello di piazza Boschiassi(2° puntata)

  • Un angelo in piscina: giornata in ricordo di Angelo Canella

  • L’esordio della nuova rubrica Spazio in movimento

  • “Passeggiate mappanesi”: un libro di Franco Borsello
  • Tennis club: il torneo Cattolica Assicurazioni Open

La rubrica Piazze Amiche questo mese, in preparazione alla visita che con i giornali delle Pro Loco faremo a Castroreale a giugno, per il 6° convegno GEPLI,  ospita un pezzo dedicato alla recente visita fatta da Vittorio Sgarbi in quella località, da lui definita “capitale di bellezza”.

Sgarbi nel museo parrocchiale commenta la tavola quattrocentesca di Sant’Agata

#Fuori attiva anche in Piemonte

Attiva anche in Piemonte la App #Fuori, una App per tutte le Pro Loco. Con questa notizia apre il primo numero dell’anno di Paese Mio, il trimestrale di UNPLI Piemonte.

Che cos’è #Fuori? Nata nel 2014, per iniziativa della Federazione Trentina delle Pro Loco, il suo nome richiama le attività che si svolgono all’aria aperta: è infatti “fuori” che in genere avvengono le attività organizzate dalle Pro Loco: sagre, passeggiate enogastronomiche, concerti, ecc . La promozione di queste attività avviene di solito in maniera scoordinata e frammentaria. La app , scaricabile gratuitamente, si propone di ovviare a questo problema dando la possibilità a chiunque dispone di uno smartphone di cercare, in maniera facile ed intuitiva, quali sono gli eventi presenti in un raggio di chilometri impostato a sua scelta.

Dopo la prima sperimentazione in Trentino, hanno aderito all’utilizzo dello strumento i comitati regionali di Friuli, Veneto, Emilia Romagna, a cui si aggiunge ora il Piemonte.