Lutto

Ci ha raggiunto poco fa, diffusa dalla rete, una notizia triste. È morto Massimo Fabiani, 58 anni, Presidente della Pro loco di Cinigiano.
È stata la sindaca Romina Sani ad informarne ufficialmente la comunità dopo che la notizia si era cominciata a diffondere nella mattina di martedì 18 luglio.
La sindaca, la Giunta e il Consiglio comunale hanno dunque deciso di annullare l’evento “Associazioni in piazza”, che era programmato per sabato 22 luglio a Cinigiano.
«Le associazioni si fermano tutte in segno di lutto –ha dichiarato alla stampa la sindaca Romina Sani – È un momento triste per Cinigiano, una grave perdita per la nostra comunità. Massimo Fabiani era molto conosciuto ed apprezzato: si è sempre speso nel mondo dell’associazionismo, dando anima e cuore alla pro loco di Cinigiano per la promozione del nostro bellissimo territorio. Negli anni è stato vicepresidente della Strada del Vino Montecucco, rappresentante del Comune nelle Città del Vino e Città dell’olio, regista di innumerevoli edizioni della Festa dell’Uva e assessore nel Comune di Cinigiano. Alla famiglia vanno le nostre sentite condoglianze».

Da parte nostra, come GEPLI, ricordiamo Massimo per le sue partecipazioni attive agli incontri dei giornali Pro Loco del 2012, a Caselle Torinese, e del 2013 a Spilimbergo, dove Massimo, da giovanotto, aveva fatto il servizio militare, come ci aveva fatto notare col suo inconfondibile accento maremmano. Anche negli anni successivi Massimo era rimasto in contatto, contatto rinnovato ogni mese dallo scambio dei rispettivi giornali, dai titoli anche loro assonanti: Cose Nostre per Caselle e Fatti Nostri per Cinigiano.

I funerali di Massimo Fabiani si sono svolti mercoledì 19 luglio alle 17.30 nella chiesa di San Michele Arcangelo a Cinigiano.
Anche se in ritardo, ci associamo nelle condoglianze alla famiglia.

Cocktail a Coreno


Ritorna anche quest’anno il festoso brindisi con i corenesi nel mondo, che raggiunge quest’anno la trentesima edizione.
Un momento di festa e di saluto per i tanti emigrati provenienti da tutte le parti del mondo (Stati Uniti, con una particolare concentrazione nello stato dell’Ohio, Canada, Francia, Svizzera, e poi Piemonte, Lombardia, Friuli, Umbria, etc..) che trascorrono le vacanze nel proprio paese natio nel Lazio meridionale. Un invito speciale quindi per quanti emigrarono in gioventù e che ora tengono stretto il legame grazie a La Serra, il trimestrale dell’associazione Pro Loco nato nel 1986.
Appuntamento quindi a Coreno Ausonio, al Centro Polifunzionale, venerdì 21 luglio, ore 20.

Nell’immagine, l’ultimo numero de La Serra, da poco uscito.

Baccala’ a Sant’Omero


Parte da domani 16 luglio nella cittadina teramese la XXXVII edizione della Sagra del Baccala’. Super sperimentata l’organizzazione, curata come in tutte le precedenti edizioni dalla Pro Loco di Sant’Omero.
Il presidente della Pro Loco, Sandro D’Addezio, nei giorni scorsi è diventato, a sorpresa, il nuovo presidente delle pro loco abruzzesi, per via delle anticipate dimissioni della presidente Paola Di Francescantonio eletta solo l’anno scorso. Tanti auguri di buon lavoro a Sandro nel nuovo impegnativo incarico.

Sandro D’Addezio, durante il III Incontro GEPLI a Sant’Omero

Compiti per le vacanze


E’ abbastanza normale, per le testate che escono con frequenza mensile, prendersi agosto come, meritato, mese di ferie.
Così capita, ad esempio, per Cose Nostre, di Caselle Torinese.
Idem per In Paese, il giornale della Pro Loco di Brendola.
Nel salutare e dare appuntamento agli affezionati lettori, il giornale chiede aiuto, per disporre di materiale “fresco” per le prossime uscite.
Una specie di “compito delle vacanze”, proposto per le seguenti rubriche:
– BELLEZZA IN PAESE, una rubrica su un tema tanto semplice quanto difficile;
– APPROFONDIMENTI IN PAESE, uno spazio da dedicare ogni mese ad un tema di particolare
interesse, scelto per l’attualità e l’importanza per il territorio;
– i NEOLAUREATI IN PAESE, sui compaesani che completano un percorso universitario,
con una breve intervista sull’esperienza di studio e sulle prospettive future;
– LETTURE IN PAESE, una rubrica dedicata ai libri e alle letture in genere.

Nuovi collaboratori per il Liofante

Marco Collina, nella sua veste di editore del Liofante, il bimestrale della Pro Loco di Colli del Tronto, ci prova.

L’azione di rilancio del suo giornale passa tramite il coinvolgimento di nuove forze. In particolare sono stati “arruolati” nuovi articolisti: gente del paese, conosciuta per varie esperienze professionali, terrà rubriche sui temi della sicurezza, del verde e della scuola.

C’è anche un importante ritorno, quello di Leo Crocetti, già caporedattore del Liofante, che firma nell’ultimo numero l’editoriale Perché un giornale di paese?. Provando a dare una risposta, scrive Leo: “fare un giornale di paese vuol dire anche imparare a lavorare in un gruppo, dove ognuno ha il suo ruolo, ma tutti sono importanti per la riuscita finale”.

Come non condividere.