Nost Pais, un viaggio lungo vent’anni


Riprendiamo dall’editoriale di Giuliano Degiovanni, sull’ultimo numero del giornale della Pro Loco di Rossana.
“Era l’estate del 1997 quando un gruppo di volontari della Pro Loco si riunirono nel Centro d’Incontro chiamati da Beppino Cravetto per discutere su un nuovo progetto: realizzare un piccolo giornalino della Pro Loco.
Allora ero presidente ed avevo subito accolto con favore questa proposta. Lo chiamammo “NOST PAIS fra Varaita e Maira” a testimonianza di una collocazione geografica di Rossana a cavallo di due vallate come se fosse un ponte.”.
Nella prosecuzione dell’editoriale si ricorda poi la costituzione del gruppo GEPLI e si sottolinea che Nost Pais ne fa parte. L’auspicio di Giuliano Degiovanni – importante per il ruolo che Giuliano ricopre nell’ambito dell’UNPLI nazionale – è che altre Pro Loco si facciano editori.
Grazie Giuliano. Non possiamo che condividere, e tramite GEPLI faremo il possibile per affiancare l’UNPLi su questo filone di attività.

Leggi il tuo Paese


“Leggi il tuo Paese” è lo slogan utilizzato dagli amici della Pro Loco di Fagnano Olona, provincia di Varese, per presentare sui loro siti internet e FB il loro notiziario.
“Dopo il successo delle prime quattro edizioni dal Magazine pubblicato dalla Pro Loco siamo a proporvi il quinto numero, pensato per renderlo un punto di riferimento a livello culturale sul territorio, cercando di racchiudere in questo giornale tutte le manifestazioni offerte dalla Pro Loco ai fagnanesi.”
Pro Loco Fagnano News, questo il titolo dato al loro prodotto editoriale, è “uno strumento veloce e pratico, per fare un resoconto veloce ma esaustivo delle attività organizzate dalla Pro Loco e alle quali l’Ente ha dato contributo a livello organizzativo o di gestione. Sono presentati i principali eventi oltre ad alcuni approfondimenti culturali, per riscoprire le tradizioni della nostra terra.”

Un benvenuto agli amici lombardi, che inseriamo volentieri negli elenchi dei giornali seguiti da Gepli.

Da Palma Picena a Palma Campania, un viaggio sul filo del gusto

Scopo che si prefigge GEPLI è quello di favorire il nascere di una rete di relazioni, anche e soprattutto umane, fra le persone che sono attive in quella particolare forma di giornalismo di comunità che è quello dei giornali di pro loco.
Ogni tanto ci arriva qualche segnale confortante su questa strada.
Lo è stato ad esempio trovare e poter leggere, sul numero appena uscito de Il foglio, il trimestrale della Pro Loco di Palma Campania, il piacevole articolo che porta lo stesso titolo di questo post.

L’autore dell’articolo è l’amico professore Gabriele Di Francesco, e Palma Picena è il nome antico di Sant’Omero, dove Gabriele tiene casa.
L’articolo è di piacevole lettura, e l’intero numero della rivista è agevolmente scaricabile dal sito wwww.prolocopalmacampania.it . Nello stesso numero della rivista ci sono altri articoli interessanti, fra cui la cronaca dell’ultimo Incontro Gepli, a Castroreale. Segnaliamo anche gli editoriali, di spalla alla copertina, dedicati ai 25 anni del giornale, con gli interventi del presidente pro loco Antonio Ferrata, del direttore del giornale Giuseppe Allocca e del sindaco di Palma Vincenzo Carbone, tutti conosciuti di persona nell’Incontro Gepli del 2016.

3000 auguri da Ruscio

Come Gepli accogliamo volentieri lo spunto che ci arriva dalla Pro Ruscio, tramite messaggio dell’amico Francesco Peroni. In un anno che è già stato importante per l’associazione, essendo stato quello del cinquantenario, al momento della formulazione degli auguri natalizi il presidente della Pro Ruscio, Vittorio Ottaviani, ha voluto ricordare che la pagina web con gli auguri è la tremillesima pagina del sito http://www.proruscio.it . La prima pagina del sito, con la stessa denominazione attuale, fu pubblicata il 25 ottobre 2004. Probabilmente anche in questo, come in tante altre iniziative, la Pro Ruscio ha fatto da battistrada.

Riportiamo alcuni passi del messaggio del presidente Ottaviani:
“Quale modo migliore per augurare a Consiglieri, Soci, Amici e Simpatizzanti di trascorrere, con gli affetti piu’ cari, un Sereno S. Natale e un Felice Anno Nuovo…. magari a Ruscio, se non dalla tremillesima pagina del nostro sito istituzionale? Un traguardo raggiunto davvero importante per un progetto che si propone il duplice obiettivo di mantenere vivo un “filo rosso” tra Ruscio e i Rusciari, ovunque essi siano, e di raccogliere e non mandare disperso nell’oblio, storie, tradizioni, notizie e immagini del nostro Ruscio. Uno strumento piu’ immediato e di maggior diffusione delle edizioni de “la Barrozza”, che per altro mantiene ancora il fascino della cara vecchia carta, che con tempestivita’ ci aggiorna delle notizie liete e talvolta tristi di Ruscio e dei Rusciari.
Al sito, nella primavera 2013, e’ stato affiancato anche il profilo facebook ufficiale della Pro Ruscio, con aggiornamenti giornalieri e il canale Youtube, proprio per incrementare le possibilita’ di contatto con l’Associazione.”

Molto ricca la biblioteca multimediale. Nei giorni scorsi è stato inserito il link per poter accedere a “Maddalena”, il video documentario pubblicato da Repubblica.it su Ruscio e sulla ripresa dopo il terremoto.

Puntuale, l’appuntamento con La Sorgente

Siamo all’antivigilia di Natale. Come da tradizione, c’è a Caposele l’appuntamento con la presentazione del numero invernale della Sorgente.
Oggi pomeriggio, alle ore 18, nella Sala del Bar Wak Up, GIUSEPPE CARUSO, Presidente Regionale del Forum dei Giovani, presenterà il N° 95 del giornale.
Molto ricco il sommario degli articoli:
1. Foto panoramica – Editoriale
2. Lettere: Presidente Pro Loco – A. Pirozzi – Sommario
3. Il corso delle cose: Il banditore – Le bancarelle
4. Eventi – “Il giardino dei ciliegi” – Premio Caposele 2017-
le matasse – la corsa campestre – I piccioni viaggiatori
5. La pagina del Presidente: Da capodanno a Natale
6. Valorizzato il parco del museo – Pavoncelli bis – Una sera con Gaudiosi –
Alternanza scuola lavoro – Nuova rappresentante del Liceo – Gruppo luce
7. Scuola: – Il primo giorno di scuola – visita impianti fotovoltaici –
Visita all’oasi “Valle della caccia”– “I giovani ed il lavoro” Convegno
Proiezione del documentario “Loving Vincent”- – Tutti a scuola di Coding
8. La foto dei ricordi
I giovani e la sfida del presente
9. Turismo? Cosa fare per migliorarlo
10.​La sorgente scandisce il trascorrere del tempo
11.​ Meridionale
12.​ Quando fu istituito il Liceo Scientifico a Caposele
​Il vecchio liceo, patrimonio da riqualificare
13.​Profumo e musica…in Caposele
​Assegnato a Donatella Malanga il premio Caposele 2017
14. Caposele e la Musica: “ Siete i Valerihana e venite da Caposele?”
15.​Dialogando con … Rosy Patrone – intervista
16.​Jazz&Wine all’ombra del campanile
17.​ Colori
​E’ Magna Grecia?
18.​Il nostro dialetto – dal greco al caposelese- Il greco … e Noi
19.​La qualità della vita a Caposele
​Caposele Chanel
20.​La forza delle donne irpine di fronte al terremoto
21.​Amarcord: Caposele nella prima parte del secolo scorso
22.​Arti e mestieri del primo novecento
23.​Mario lu scarparu : racconti, usanze e costumi, comuni nei paesi del circondario
24.​La facoltà della memoria è grandiosa- dal Brasile
25.​Storia delle famiglie caposelesi – La famiglia Proietto​
26. Dove sarei voluta nascere –
27.​Poeti e poesie di casa nostra –
​Occasioni di festeggiamenti
28.​La Cura e l’attenzione mancata per il nostro patrimonio Comunale
29.​Giovani in cammino
​Attività del volontariato
​Più risorse al nostro Santuario e al nostro turismo
30.​L’eco mondiale di una sconfitta: dall’Australia
​Dedicato ai giornalisti, ai reporter , a chi racconta la storia del nostro territorio
31.​Ambasciatrice del sorriso: arte e successi –
32.​Il senso morale di una società
​La peste del 1656 a Caposele
33.​Il tenorino: la storia di un caposelese in trincea
34.​Una oriunda caposelese ambasciatrice culturale internazionale
​Regole di comune convivenza
35.​Detti e proverbi – Lu magnuozzu
​Il vacabolario paesano di Agnese
​Piccolo angelo, poesia
36.​Due appuntamenti estivi dell’atletica caposelese
37.​Clementino ed il viaggio in Irpinia
​Il punto di vista delle Associazioni
38.​Cogliendo le opportunità si può rinascere
​Il Nuoto a Caposele
39.​Caposele, 1° Forum Ciclovia: il nuovo percorso
​La Ciclovia dell’acqua e il contratto di fiume Sele
40.​La politica, arte nobile?
41.​Elezioni amministrative del 2018
42.​Non solo Acqua e Pellegrini
43.​PD, Circolo di Caposele, il segretario
44.​Un programma per il cambiamento … adesso –Circolo Arcobaleno
45.​Memorie del Piccolo Mondo Antico
46.​Vicende che accadono nel nostro Paese
47.​1980, Terremoto e pregiudizi
48.​La Sorgente: i fiori all’occhiello
49.​In ricordo di Eduardo Alagia
​Lettera all’amico Umberto
​Lettera a Mario, un amico che non c’è più
50.​Una rotonda per S. Gerardo – La pavoncelli bis
​Una scultura per la ciclovia
​I Caposele: l’App di un futuro prossimo
51.​Una bella giornata al Campo Liloia
52.​Ricordo di Vincenzo Di Masi
53.​Giorni Lieti: Lauree, Nascite, Matrimoni, Anniversari
54.​Ricordi improvvisati di una sera di autunno. Ezio, un anno dopo
55.​Giorni tristi
56.​Luoghi di Caposele da visitare

Cicatrici oltre il buio

“La chiacchera” è il bimestrale edito dalla Pro Loco di Corneliano d’Alba. La testata ha una lunga tradizione, essendo il primo numero uscito nel 1973.

Dal numero di dicembre, uscito in questi giorni, l’intervista a Francesca Gerbi, residente a Corneliano e giovane giornalista, nonché all’esordio come scrittrice con il libro “Cicatrici oltre il buio”, pubblicato da Umberto Soletti Editore. Libro di ispirazione autobiografica. Perdonare il passato e rendere le difficoltà uno spettacolo magnifico, è il sottotitolo del libro. Ecco un breve passo dell’intervista.
Francesca, come nasce “Cicatrici oltre il buio”? Sono nata con una malformazione artero-venosa al braccio destro, che mi è stata diagnosticata verso gli otto anni. Da quel momento, ho iniziato a fare i conti con dolori fisici lancinanti, con antidolorifici per cercare di tenerli a bada e con lunghi periodi di ricovero. Questo fino al 21 marzo del 2016, quando mi è stato amputato l’avambraccio e la mia vita è cambiata. …