Liofante: nuova veste grafica

Il Liofante è il periodico della Pro Loco di Colli del Tronto (AP).

Il primo numero uscì nel 1988. Quest’anno si festeggiano quindi i 30 anni. Per l’occasione, la Redazione del Liofante ha pensato di rinnovare la veste grafica del giornale, che ora si presenta come unico foglio in carta lucida. Il nuovo formato, stampato a colori, riesce a dare maggior risalto, rispetto al precedente, alle immagini che corredano gli articoli.
Primo numero ad uscire con la nuova veste quello del bimestre marzo/aprile (qui sotto la pagina di copertina).

Ricorrenze


Ce ne stavamo dimenticando.
Di solito, ad inizio anno, segnalavamo con apposito post le ricorrenze importanti, in termine di traguardi di anni di uscite dei giornali seguiti da GEPLI.
Un grazie a Marco Collina, presidente della Pro Loco di Colli del Tronto ed editore del bimestrale “Il Liofante”, che ci ha segnalato, per il 2018, i 30 anni che compirà il loro giornale.

Provvediamo subito a completare il quadro con le altre ricorrenze conosciute, sperando di non dimenticare nessuno.

40 anni “Frintinu me” di Ferentino
30 anni “Il liofante” di Colli del Tronto e “Il segno di Empoli” di Empoli
25 anni “Il Borghetto” di Opi e “Il Foglio” di Palma Campania
20 anni “Lu nuesciu” di Manduria
10 anni “La nuova rusgia” di Cameri

1987-2017: l’unico giornale di pro loco in Sardegna festeggia la sua storia

Terralba Ieri ed Oggi: questo il nome della testata edita dalla Pro Loco di Terralba, l’unica presente in Sardegna.

Nel primo numero in uscita quest’anno si festeggiano i 30 anni di pubblicazioni. Nell’immagine di copertina le lettere del 30 sono composte con un caleidoscopio di immagini tratte dalle tante pubblicate, sulle copertine dei numeri dal 1987 ad oggi.

Scrive il direttore Gianfranco Corda nel suo editoriale: “Il giornale, fatto per i terralbesi e dai terralbesi, ha sempre avuto una spiccata propensione popolare ed è diventato uno strumento di dialogo e confronto, slegato da qualsiasi interesse politico ed economico… Le scelte di non perseguire scopi di lucro, di non richiedere finanziamenti agli enti pubblici, di non imporre un prezzo di copertina ma di richiedere un’offerta simbolica da devolvere in beneficenza, sono state da sempre prerogative basilari del giornale.”

La tiratura del giornale, 6.000 copie quelle stampate di questo numero, lo pongono fra i capofila di questo particolare tipologia di editoria. Aggiunge il presidente della Proloco Pino Diana: “Un grande ringraziamento voglio rivolgere a tutte le aziende che hanno utilizzato queste pagine per pubblicizzare e far conoscere le loro attività, consentendo a noi di reperire le risorse necessarie per la stampa. Un altro grande ringraziamento anche alle edicole e ai negozi che gratuitamente distribuiscono migliaia di copie della rivista.”

Chiudiamo con le parole del sindaco di Terralba, Pietro Paolo Piras: “Terralba si sente, o ancora vuole essere, una comunità. Noi vogliamo intercettare questo desiderio e dargli una risposta. In questa scommessa sta il senso di Terralba ieri & oggi, una rivista che ha scelto di porsi all’interno della comunità terralbese come un piccolo campanile dei nostri giorni per diventare luogo di espressione e sintesi delle sue istanze”.

 

 

Cocktail a Coreno

2016manifestococktail Anche quest’anno si ripeterà, nelle prime settimane di agosto, a Coreno Ausonio (FR), l’incontro cocktail con gli emigrati e i sostenitori de La Serra, quest’anno giunto alla 29° edizione.


2011serra1.qxd

Ricordiamo che La Serra, testata della Pro Loco di Coreno, festeggia quest’anno i 30 anni di pubblicazioni. Ecco la copertina dell’ultimo numero, dedicata all’importante ricorrenza.

I 30 anni della Serra

La Pro Loco di Coreno Ausonio festeggia i 30 anni del periodico di vita corenese “La Serra”. Qui di seguito il Comunicato Stampa:

“In questi giorni è in distribuzione il numero 116 de “La Serra”, già spedito alle tante famiglie dei corenesi sparse per il mondo. In allegato al questo primo numero del trentesimo anno – che riporta in copertina il suggestivo disegno dell’artista locale Eliseo Belmonte –  l’associazione Pro Loco di Coreno Ausonio pubblica una raccolta di cunti tratti dalla memoria di anziani collaboratori del giornale e pubblicati nel corso degli anni. All’interno tanti racconti della tradizione come Gliu cunthu regliu ciciu, Gliu Trisoru, Sparra mitthi tavola, Criccu e Croccu e tanti altri.

2011serra1.qxd

Una buona occasione per la raccolta è stata la giornata nazionale del dialetto, promossa dall’Unione nazionale delle Pro Loco italiane, dello scorso 17 gennaio. Il titolo della collezione “Gliu Trisoru” richiama inevitabilmente il valore del dialetto come prezioso elemento del patrimonio immateriale del piccolo paese aurunco, ma anche dell’intero territorio, che la Pro Loco intende custodire e rianimare.”