Memoria e Storia della Shoah

La locandina del convegno a Castroreale

In preparazione al 27 gennaio, giorno dedicato alla Memoria dell’Olocausto, sono tante le iniziative e manifestazioni organizzate in tutta Italia.

Fra le tante, ne segnaliamo una, organizzata in Sicilia, a Castroreale, dalla nostra Mariella Sclafani, ora attivissima Assessore comunale alla Cultura.

A Lu, in redazione largo ai giovani

In redazione largo ai giovani, questo uno dei titoli di copertina del numero di dicembre del glorioso mensile pubblicato dal 1976 nel paese di Lu Monferrato, e diffuso anche nei vicini borghi di Cuccaro e Fubine.

“Il Natale in redazione è arrivato con qualche settimana di anticipo; martedi 3 dicembre infatti abbiamo ricevuto il dono più prezioso ed inaspettato … nuovi giovani collaboratori sono entrati a far parte della redazione dando così la possibilità al giornale di andare avanti anche nel 2020! ” così scrive poi l’articolo al’interno. Sembra quindi al momento risolta la crisi che ha lasciato i numerosi estimatori del giornale in ansia per la continuità dello stesso. Crisi avviata a cavallo dell’estate scorsa, a seguito delle dimissioni di Valeria Verri, direttore del giornale, il cui nominativo peraltro al momento continua a figurare nel colophon della testata.

Milionesima copia per il Corniglianese

Importante traguardo in arrivo per la testata edita dalla Pro Loco di Cornigliano, il cui primo numero uscì ad aprile del 2012.

Ce ne da notizia, con giusto orgoglio, Riccardo Ottonelli, che del giornale genovese è direttore editoriale.

Cari amici di GEPLI,

superate alcune difficoltà “Il Corniglianese” prosegue la sua opera di informazione indipendente e generalista grazie ad una redazione di circa 20 volontari.

Il giornale viene gratuitamente distribuito in 6 mila copie da edicole, associazioni, locali pubblici, parrocchie, case di riposo, artigiani, negozi, farmacie, studi medici, locali istituzionali, civica biblioteca, scuole, ecc..

1100 copie sono ogni mese su altrettanti banchi delle nostre scuole.

A febbraio prossimo festeggeremo la milionesima copia REGALATA del nostro mensile con un numero speciale.

Un inserto in carta pregiata di tutti i siti di interesse storico, architettonico, culturale, sportivo e ludico presenti sul nostro territorio.

Il giornale è consultabile anche on line su www.prolococornigliano.it

Grazie per il risalto che potrete dare a tale evento”.

Compleanni 2020

Siamo entrati da pochi giorni nel Nuovo Anno.
Grazie ai dati della nostra anagrafica, questi i principali compleanni che cadranno nel 2020:

70 anni: L’EUGUBINO di Gubbio (PG)

50 anni: PROBLEMI di Castel del Monte (AQ)
40 anni: IL TORNADO di Fener (BL)
25 anni: IL GIORNALE DI BASTIA di Bastia Umbra (PG)
20 anni: DIMENSIONE PRO LOCO di Fontanafredda (PN)
10 anni: QUI TRECENTA di Trecenta (RO)
1 anno: IL MEGAFONO di Pinerolo (TO)

Avete organizzato qualcosa di particolare per festeggiare la ricorrenza? Fatecelo sapere

I numeri del Caudino

Ci scrive Pasqualino Marro, direttore vicario, a proposito della testata giornalistica da lui diretta:

“Ogni tanto è giusto rendere partecipe chi ci segue dei “numeri” del nostro sito ilcaudino.it. Abbiamo pertanto deciso di darvi qualche numero veloce per farvi capire quanti sono coloro che seguono le notizie dal nostro sito. Dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, il Caudino ha registrato ben 11.300.680 visualizzazioni di pagina direttamente sul nostro sito. Ciò vuol dire che ogni pagina o notizia del Caudino è stata letta 11,3 milioni di volte. Cioè, circa un milione di volte al mese.

Questi sono i numeri del Caudino. Numeri fatti grazie al lavoro e alla professionalità della redazione senza nessun gruppo editoriale o economico alle nostre spalle e senza prendere nemmeno un centesimo di finanziamenti pubblici. Continueremo a lavorare, per tutto il 2020, per migliorare la visibilità del sito e consentire una lettura più confortevole a chi ci segue.Il Caudino vuol dire anche cultura. Ogni volta che visualizzate un nostro articolo, consentite alla più grande biblioteca privata aperta al pubblico della Valle Caudina di continuare a vivere. E aiutate la pubblicazione del nostro mensile che da quasi 35 anni è in edicola”.