Dopo il panettone, la colomba

Uscito il numero 3 de Il Corniglianese di Genova.
Ne da notizia il sito Facebook del giornale, così commentando:                                                                          Esce domani pomeriggio “Il Corniglianese”. Ancora una volta questa banda di sgarrupati senza fissa dimora a cui nessuno avrebbe dato un euro ce l’ha fatta. Grazie a tutti coloro che ci sostengono. Gli altri se ne facciano una ragione.

evidenza-marzo-2016
Ironico l’editoriale, titolato Fantapasqua, del direttore del giornale, Enrico Cirone, circa il fatto che il giornale, sempre alle prese con problemi di autofinanziamento, “dopo il panettone è arrivato a mangiare anche la colomba”.
Da citare anche, a pagina 2, l’articolo del direttore editoriale Riccardo Ottonelli, sulla disattenzione dei politici locali nei confronti della Pro Loco: a dimostrazione il persistere dell’assenza della disponibilità di una sede, a cui possano appoggiarsi Pro Loco e giornale.

In anteprima, il programma preliminare dell’Incontro a Palma Campania

GIORNALI DI PRO LOCO: Cambiare restando noi stessi
VENERDI 3 giugno 2016

ore 16,00         Sede Pro Loco-Biblioteca Comunale Palma Campania

Registrazione dei Partecipanti (Per coloro che arrivano da fuori Regione )

Ore 18,00         Sala Teatro Comunale – Tavola Rotonda

INCONTRARSI E CONFRONTARSI Contributi, esperienze e promozione culturale.

Interventi: Giuseppe Allocca (direttore de Il Foglio e storico locale) – prof. Ivan De Giulio (cultore di storia locale) – prof. Franco Mosca (presidente Pro Loco Somma Vesuviana e cultore di storia locale) – prof. Pasquale Moschiano (cultore di storia territoriale del Vallo di Lauro)

Visita Centro storico di Palma Campania.

Cena

SABATO 4 giugno 2016 ore 10

Complesso Monumentale delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile

GIORNALI DI PRO LOCO: Cambiare restando noi stessi

Moderatore Carmen Fusco-giornalista

SALUTI
INTERVENTI

Ore 13 -15 coffee break e visita alle Basiliche

Sessione Pomeridiana ore 16,00

INTRODUCE

Paolo Ribaldone     Coordinatore GEPLI

Interventi di tutti i Rappresentanti delle Testate Pro Loco

CONCLUSIONI

Mario Perrotti         Presidente UNPLI Campania
Cena dei delegati alle 21,00Sala Riunione dell’Hotel

A TUTTO CAMPO

Riflessioni ed osservazioni personali.

 

DOMENICA 5 Giugno

(Programma per chi intende restare per propria scelta)

Trasferimento a Pompei ( Santuario Mariano e/o Scavi archeologici) dove gli amici della Pro Loco di Pompei avranno piacere di offrire un cocktail e degustare “ il dolce mistero” presso noto  locale.

Visita guidata e ingresso agli scavi archeologici gratis

 

Coordinatore Tecnico Organizzativo: Nello Simonetti-Giornalista       3383443952 

Segreteria Organizzativa: Andrea     3926818190         Ilaria         3393274596      

 

L’Hotel Giordano Bruno di Nola ospiterà i delegati ( non più di due per ogni testata )

Per i delegati fuori regione Campania la conferma della partecipazione al V INCONTRO deve pervenire alla Pro Loco Palma Campania improrogabilmente entro il 30 aprile c.a. compilando apposito modulo di partecipazione.

E’ obbligatorio, sempre entro la predetta data, far pervenire copia o copie della testata giornalistica se in formato stampa.

 

Come raggiungere Nola:

Chi arriva con il treno a Napoli- Piazza Garibaldi

Da Napoli Piazza Garibaldi prendere treno Circumvesuviana Linea Napoli-Nola-Baiano con fermata a Nola.

Chi arriva con l’aereo a Napoli-Capodichino prendere Autobus Linea Capodichino-Piazza Garibaldi, proseguire con treno Circumvesuviana Linea Napoli-Nola-Baiano con fermata a Nola.

Aspettando Palma Campania

testate storiche

La data scelta per la quinta edizione dell’Incontro Nazionale dei Giornali Pro Loco è sabato 4 giugno. Non manca quindi molto all’appuntamento annuale più importante per GEPLI.

Come per i precedenti incontri, serviva un tema/slogan da riportare sulle locandine. Quello scelto per quest’anno è ”Giornali di Pro Loco: cambiare, restando noi stessi”. La frase, che si ispira a un editoriale dell’ex direttore di Repubblica, Ezio Mauro, richiama la necessità del cambiamento, ma salvaguardando quello che è la nostra storia e quindi la nostra identità.

Identità che variano da testata a testata: ognuno di questi giornali è partito da un’iniziativa locale, senza regie dall’alto; a differenza della stampa diocesana, o della stampa alpina, tanto per citare altre tipologie di periodici di carattere locale, ove invece una regia dall’alto c’è. I giornali delle Pro Loco sono pertanto molto individualisti, abituati come sono a fare da soli, e fanno fatica ad alzare la testa ed occuparsi di quello che succede al di fuori dell’ambito del proprio campanile.

Alzare la testa è invece necessario. Il mondo cambia, e velocemente. Chi si adagia e non riesce a cambiare, invecchia precocemente. I nostri giornali erano nati per fare informazione e cultura, e finora hanno assolto alla loro missione. Ma il modo di comunicare è cambiato. L’età media dei nostri lettori – ce ne stiamo accorgendo – si è elevata, e facciamo fatica ad intercettare l’interesse delle nuove generazioni. Diventa importante parlare di queste cose, confrontarsi e trovare soluzioni per garantire il passaggio generazionale. L’alternativa è l’estinzione.

L’importanza del confronto è il motivo per ritrovarsi e conoscersi meglio. Anche a Palma Campania, come nelle precedenti edizioni, ci sarà a fianco del convegno una parte espositiva, in cui si lasceranno alcune copie del proprio giornale e si potrà sfogliare quello degli altri. Anche visivamente, si possono riconoscere formati ed impostazioni molto variegate, ed è naturale che sia così. Al di là delle differenze nella grafica, l’altro snodo importante per la vita dei nostri giornali è quello della presenza sulla rete: siamo tutti affezionati alla carta e non la vogliamo abbandonare, ma ormai tutti abbiamo preso coscienza del fatto che i nostri contenuti se non riescono a essere presenti anche sul web sono destinati alla marginalità.

Cercheremo quindi, nell’incontro di Palma Campania, di capire come ci si sta attrezzando per il cambiamento. In questo, come in tutte le vicende umane, c’è chi è avanti, e chi è rimasto più indietro. Capire cosa fanno gli altri e “copiare” il meglio sarà il valore aggiunto dell’incontro.

Festeggiamenti per i 40 anni de “Il Paese”

Layout 1

In precedenti post si era già dato notizia del quarantennale del giornale , bimestrale di 7 comuni del Roero.
Mercoledì 6 aprile, alle 20,30, nel salone degli stemmi del castello Alfieri di Magliano, la direttrice responsabile del giornale, Grazia Novellini, presenterà il 10° volume della collana di ristampe triennali del giornale, riferito alle annate 2003-2004-2005. A tutti i presenti sarà consegnata copia ristampata del primo numero del giornale (8 febbraio 1976).
Al termine buffet con vini del Roero.

Stampa alpina

image

GEPLI è la comunità dei giornali delle Pro Loco.
Un’altra comunità, molto affine, anche se rispetto a noi più grossa ed organizzata, è quella della stampa alpina. Come tutti sanno, l’ A.N.A. è l’associazione degli alpini, strutturata geograficamente su Sezioni e Gruppi. Ebbene, in ambito A.N.A. , oltre alla rivista nazionale “L’Alpino”, stampata in ben 380.000 copie, ci sono altre 83 testate di Sezione e 104 giornali di Gruppo: con queste la stampa alpina si colloca con il suo milione e mezzo di lettori fra le principali correnti nazionali di informazione.
Ogni anno i responsabili delle testate alpine si riuniscono in convegno itinerante, per discutere tematiche di interesse associativo: nel 2016 l’incontro, chiamato Convegno itinerante della stampa alpina ed è giunto alla 20esima edizione, si svolgerà il prossimo fine settimana a Belluno, sabato 2 e domenica 3 aprile. Il tema di quest’anno è “L’ANA e i giovani: loro speranze e attese”.

Sul sito ANA si trova l’elenco dei giornali, sia di Gruppo che di Sezione.
Abbiamo scorso i nomi delle località; se può interessare, le località che contemporaneamente sono sede di un giornale alpino e di un giornale Pro Loco sono le seguenti:

LOCALITA’ ——GIORNALE ALPINO ——GIORNALE PRO LOCO

Magenta (MI)—–L’aquilotto —————–Magenta Nostra
Malo (VI)———-Malo scarpone————-Malo 74
Valdagno (VI)—–Alpini Val dell’Agno——-Il nostro campanile

Cose Nostre

Testata%20Cose%20Nostre

È in edicola  nelle edicole di Caselle Torinese il numero di marzo di Cose Nostre.

Fra i titoli della prima pagina:
•Vecchia stazione – qualcosa si muove?
•G91 alla Rotonda Ceccotti – da dieci anni un simbolo di Caselle
•Quarant’anni di Croce Verde – proseguono i festeggiamenti
Nelle pagine interne:
•Migranti – arrivati tre giovani dall’Africa
•Nati per leggere – al via l’edizione 2016
•Manutenzione scuole – AAA volontario cercasi
Fra le rubriche:
•Archeo noir – un omicidio in convento
•Storie delle famiglie – da Coassolo a Caselle, i Vigna Suria

La rubrica di Piazze Amiche di questo numero titola “Non solo sagre, alla BIT di Milano” e tratta del nuovo libro PRO LOCO – IDENTITA’ E CULTURA DEL TERRITORIO di Claudio Nardocci e Francesca Guarino.

Piazze%20Amiche%20marzo%202016