L’Eco dei Monti

Un’altra segnalazione di giornale siciliano ci arriva da Nino La Spina, presidente di UNPLI Sicilia. Il giornale si chiama L’ECO DEI MONTI, l’editore è la Pro Loco di Nicosia, provincia di Enna.
Diamo voce ai territori della Sicilia interna, dalle Caronie ai Nebrodi, dalle Madonie agli Erei, dice la didascalia del giornale presente sul sito Facebook. La registrazione al Tribunale di Nicosia è del 1980. Il logo della testata richiama come anno di fondazione il 1905!

testata Eco dei Monti

Un ringraziamento a UNPLI Sicilia per la segnalazione.

Tirature …

nuova-testata-orig2

In base ai dati da noi raccolti, ecco una classifica per tiratura dei primi 12 giornali di Pro Loco. Abbiamo affiancato, al dato della tiratura, il numero degli abitanti della località ove il giornale esce ( numero residenti: fonte Wikipedia), per dare un’idea dell’indice di diffusione del giornale all’interno della comunità. Ecco i dati:

Magenta Nostra 11.500——————Magenta (MI)——-23.542 abitanti
Pro Cittadella 8.000———————Cittadella (PD)——-20.152 abitanti
Il giornale di Bastia 8.000————-Bastia Umbra(PG)–21.965 abitanti
Il Corniglianese 6.000——————Cornigliano (GE)—-15.481 abitanti
Terralba Ieri e Oggi 5.000- ———–Terralba (OR)——–10.322 abitanti
A20 4.000———————————Arzano (NA)———-34.904 abitanti
Calandrino 2.500————————Certaldo (FI)———-16.083 abitanti
Fatti Nostri 2.500———————–Cinigiano (GR)———2.653 abitanti
Corriere di Garfagnana 2.500——-Castelnuovo G.(LU)—6.026 abitanti
Malo 74 2.500—————————-Malo (VI)—————15.002 abitanti
El Peagno 2.500————————–Sanguinetto (VR)——4.126 abitanti
Cose Nostre 2.100———————–Caselle T.se (TO)——18.635 abitanti

All’interno del forum trovate i commenti e l’elenco completo delle tirature nella sezione Anagrafica, discussione “Tirature”.

Giornali UNPLI

logo UNPLIIl recente cambio di direttore a Paese Mio ci offre l’occasione per parlare di una particolare categoria di periodici, e cioè di quei giornali editi non dalla singola pro loco, ma che rappresentano un organismo territoriale dell’UNPLI.
In tutto le testate sono 5.
La prima, e anche la più anziana, con inizio pubblicazioni nel 1985, fondata da Nanni Vignolo, è Paese Mio, giornale di UNPLI Piemonte (e dall’anno scorso anche di UNPLI Toscana); come direttore da quest’anno Riccardo Milan sostituisce Bartolomeo Falco.
Del 1991 è Pro Loco Puglia, che copre Puglia e Basilicata, direttore Giovanni Nuzzo.
Del 1996 è Centopaesi, giornale delle Pro Loco del Trentino, direttore Armando Pederzoli.
Del 1999 è Pro Loco Bellunesi, direttore Federico Brancaleone.
Infine, dal 2004, Arcobaleno d’Italia, organo ufficiale dell’UNPLI nazionale, direttore Patrizia Forlani.

Carnevale: arriva la satira

17 gennaio Giornata Nazionale dei dialetti. E’ il giorno giusto per segnalare una particolare categoria di giornali di Pro Loco, quelli satirici, in cui l’uso del vernacolo locale è una tradizione mantenuta. Grazie alle vostre segnalazioni, ne abbiamo rintracciati due, ma senz’altro ne esisteranno altri. Entrambi escono una volta l’anno.

La%20Cantada%202015  Dai primi di febbraio sarà nelle edicole di Monfalcone e dintorni LA CANTADA, numero unico umoristico-satirico in dialetto bisiàc sui personaggi e i fatti di tutto quanto capitato nell’anno. Editore del giornale, che giungerà quest’anno alla 61°edizione, la Pro Loco di Monfalcone. Il giornale, contraddistinto da una satira “gentile”, come ci tengono a precisare i suoi redattori, esce in edicola in concomitanza con le manifestazioni dello storico Carnevale, che a Monfalcone è cosa seria, un rito collettivo per la comunità che si ripete da 132 anni senza interruzioni.

 

 

 

 

 

 
Lu nuesciu 2015

Dello stesso genere satirico della Cantada di Monfalcone c’è anche LU NUESCIU, in dialetto pugliese, e più precisamente tarantino: lo distribuisce la Pro Loco di Manduria, una volta l’anno. “Lu Nuesciu” nacque nel 1958 da un gruppo di giovani coltivatori manduriani. La sua distribuzione avveniva in occasione del carnevale, da parte di alcuni ragazzi che girovagavano nelle strade urlando a squarciagola motti spiritosi per catturare l’attenzione dei passanti. Le pagine del giornale erano riempite, oltre che da brevi narrazioni umoristiche, da vignette satiriche e cruciverba divertenti. L’umorismo, punto di forza di questo giornale, era incentrato sulla caricatura di molti manduriani, politici e non. Il successo del giornale andò scemando con il passare del tempo a causa dei cambiamenti sociali e della scomparsa del dialetto nelle fasce giovanili. Nel 1998, dopo dieci anni di silenzio, la Pro Loco decide di riprenderlo, ma con molte difficoltà sia per il reperimento di storie, sia per la limitazione imposta dalla legge sulla privacy che impedisce piena libertà di fare satira. Nel 2007 la redazione viene completamente rinnovata, nel tentativo di riportare il giornale nelle mani dei ragazzi  e per questo viene creato un concorso denominato “La vignetta umoristica più bella”. Esso diventerà un ottimo serbatoio di giovani talenti da impiegare all’interno del giornale.