La nuova Rusgia

Ricevuta segnalazione di un altro giornale. Non è un giornale di nuova nascita, in quanto l’esordio risale al 2009. E’ un trimestrale, il titolo della testata è La nuova rusgia, l’editore è la Pro Loco di Cameri, in provincia ( o forse, meglio dire, ex provincia) di Novara. Il giornale è a distribuzione gratuita, a tutte le famiglie della cittadina. La tiratura,  è di tutto rispetto: 5000 copie a numero, con quattro uscite all’anno.
Tutte le uscite sono scaricabili dal sito della Pro Loco, http://www.prolococameri.it
Il numero ultimo, autunno 2016, è su 40 pagine, per buona parte dedicate a servizi sulla manifestazione più importante per la cittadina, il Palio degli Asini, giunto alla XXX edizione.

Qualche altro dettaglio, fornito dal presidente della Pro Loco, Battistino Paggi, che ha anche assunto da poco la direzione del giornale: la Nuova Rusgia prende il nome dal canale d’acqua, ora intubato, che attraversava tutto l’abitato di Cameri. “Nuova” per distinguere il nuovo formato del giornale, che già usciva precedentemente, dal 1999, in un formato tipo Repubblica.

la-nuova-rusgia

Le altre “Cose Nostre”

Chi frequenta questo sito pensiamo conosca il mensile “Cose Nostre”, che la Pro Loco di Caselle pubblica con regolarità dal lontano marzo 1972.

Ma esistono altre “Cose Nostre”.

Nel 2013 aveva cominciato il cinema:  The Family è un film  scritto, diretto e prodotto da Luc Besson, con protagonisti Robert De Niro, Michelle Pfeiffer e Tommy Lee Jones. La pellicola è l’adattamento cinematografico del romanzo Malavita di Tonino Benacquista. La versione italiana circolata da noi (poco, perché il film ha avuto scarso successo) è diventata Cose Nostre. Ecco qui la locandina.

Cose Nostre malavita

Quest’anno  ci si è messa anche la RAI,  con un documentario, in 5 puntate, andato in onda dal 9 gennaio in seconda serata su Rai 1, sulla malavita calabrese. Ieri sera venerdì 8 luglio, in prima serata, sempre  su Rai 1, è andata in onda l’ultima puntata.

Stasera-in-tv-su-Rai-1-Cose-nostre-356x220  titolo_cose_nostre

Curioso che la RAI sembrerebbe averci “copiato” anche il carattere del titolo: il font sembra identico.