RISERVATO AI DIRETTORI ...

(proposte di articoli, rubriche, ecc.)
Avatar utente
baldo
Messaggi: 531
Iscritto il: 04 lug 2012, 21:54
Giornale: Cose Nostre
Località: Caselle Torinese

Re: RISERVATO AI DIRETTORI ...

Messaggio da leggere da baldo »

numero-500.png
numero-500.png (35.48 KiB) Visto 30086 volte
Un estratto dall’editoriale del direttore di Cose Nostre, Elis Calegari, in occasione del numero di settembre 2017, il numero 500 nella storia del giornale.
Orizzonti di parole
Come annunciato prima delle agognate vacanze, il numero che stringete tra le mani è il cinquecentesimo della nostra storia, e il raggiungimento di un traguardo che va assolutamente celebrato.
500 uscite, senza mancare mai neppure per un minuto l’appuntamento con edicola e lettori, rappresentano cinque decenni di storia e storie casellesi: piccoli e grandi fatti che per merito di Cose Nostre non saranno mai relegati all’oblio.
Quando cominciammo – anche “un po’ per gioco”, come solevamo dire – molte cose non avremmo neppure potuto ipotizzarle. Che 45 anni, numero dopo numero, pagina dopo pagina, sarebbero passati come un lampo; che alcuni di questi ci avrebbero procurato dolori acutissimi , come quel maledetto 1987, quello che ci strappò Silvio Passera e ci fece accorgere di quanto, da lì in avanti, saremmo stati più soli e quanta responsabilità avrebbe preso a gravare sulle nostre spalle, se si voleva continuare cammino e discorso.
Ora siamo qui e voltandoci anche solo per un attimo possiamo ben dire due cose: questi quarantacinque anni di tutto sanno tranne che di stantio, anzi; il cinquecentesimo numero certifica una carriera ed è bello poter dire d’averla avuta, alla faccia di quelli che nel ’72 dicevano che ci saremmo spenti di lì a poco. Spiacenti, per fortuna e per tanta caparbietà non è andata così.

Cammino che non si discosta e non tradisce affatto le origini: Cose Nostre è stato, è e sarà un giornale libero e indipendente, ed è per questo che vive splendidamente da 45 anni e ha la prua ben orientata verso il futuro.
Anche perché c’è sempre lo stesso propellente a guidarci, e sin dal primo numero: giocare con le parole, e non c’è nulla di più serio e sacro d’un gioco. Per questo Cose Nostre continua a vivere e a perpetuare il suo piccolo grande miracolo.
Ci accompagniamo fedeli da 45 anni , continuiamo, curiosi, a scrutare orizzonti.

Il direttore, Elis Calegari
Avatar utente
baldo
Messaggi: 531
Iscritto il: 04 lug 2012, 21:54
Giornale: Cose Nostre
Località: Caselle Torinese

Re: RISERVATO AI DIRETTORI ...

Messaggio da leggere da baldo »

In Paese.png
Anche a Brendola (Vicenza) si festeggia un appuntamento importante: i primi 150 numeri pubblicati di In Paese, il notiziario mensile della Pro Loco di Brendola.
Ecco come ne da notizia il Direttore Alberto Vicentin sull’ultimo numero del notiziario.
” E chi l’avrebbe mai detto? IN PAESE raggiunge l’onorevole traguardo della 150a uscita, senza contare il numero zero. A giugno 2003, quando partimmo, di certo non avremmo scommesso di arrivare fin qui. Però partimmo, sulla base di un’idea, di alcuni criteri e di tante buone intenzioni. Quell’idea era illustrata nell’editoriale del numero zero, che riportiamo tale e quale qui a sinistra, non solo per memoria nostalgica ma anche e soprattutto perché lo potremmo riscrivere ora, identico, con un po’ più esperienza ma con la stessa convinzione.
Un ringraziamento alla Pro-Loco e a tutti i suoi Presidenti che, dal 2003, hanno sempre creduto nel progetto IN PAESE. Un ringraziamento a tutti i componenti che in questi 14 anni di lavoro hanno dato il loro contributo in Redazione. Un ringraziamento a chi, dietro le quinte, recupera le copie, le piega e le distribuisce per il paese. Un ringraziamento a chi ci legge, a chi ci scrive, a chi ci aspetta e a chi ci critica.
E ora, per la centocinquantesima volta, apriamo la nostra finestra sulla vita di Brendola e partiamo.”

Il Direttore Alberto Vicentin
Avatar utente
Geppo
Messaggi: 178
Iscritto il: 04 lug 2012, 19:30

Re: RISERVATO AI DIRETTORI ...

Messaggio da leggere da Geppo »

Dall'editoriale di Oliviero Trezza sul numero di settembre di Magenta Nostra, intitolato "Si ricomincia":
Settembre è il mese della ripresa, dopo la pausa estiva.
Al giorno d’oggi è il vero inizio d’anno. La ci- viltà contadina aveva la pausa sonnacchiosa del lungo freddo inverno; pausa che si con- netteva perfettamente col ciclo della luce che a fine dicembre finisce di calare e ripren- de a crescere. Da qui la festa del sole Invitto dell’antica roma; festa che -saggiamente- il cristianesimo ha fatto proprio identificando Cristo nella nuova luce del mondo. Così il Natale è il 25 dicembre, non certo perché Nostro signore sia nato in quel giorno!
Nella frenetica nostra età l’unico periodo ‘di riposo’ è il ferragosto, l’unica pausa -se c’è- è lì. È in quei pochi giorni in cui sembra (ma sembra solo) che tutti pensino alle ferie, che le città si svuotano e il ritmo -per qualche tempo- si calma... Per poi subito riprendere, a settembre appunto. eccoci dunque a pesa- re alle nuove ‘stagioni’, alla programmazio- ne delle attività che ci occuperanno sino alle prossime ‘ferie’ del 2016!.
Avatar utente
baldo
Messaggi: 531
Iscritto il: 04 lug 2012, 21:54
Giornale: Cose Nostre
Località: Caselle Torinese

Re: RISERVATO AI DIRETTORI ...

Messaggio da leggere da baldo »

Riprendiamo questa discussione con l'editoriale scritto da Flavio Barbina, presidente della Pro Mortigiano ed editore del giornale L'Ape, poco prima dell'incontro 2014 dei giornali pro loco in Abruzzo.

e d i t o r i a l e
Seppure con fatica, siamo arrivati a concludere anche questo numero del nostro periodico che, come i precedenti
due, esce in formato “on line” ed alcune copie stampate. Ci siamo dati, come impegno, di uscire almeno
due volte all’anno e finora ci siamo riusciti. Certo non sono più i tempi in cui ci potevamo permettere di
inviare il giornale a tutte le famiglie, ma abbiamo scelto di non venir meno al nostro impegno di fare una
cronaca dei principali avvenimenti della nostra Comunità, come storicità degli avvenimenti, soprattutto quelli
legati al mondo delle Associazioni. Se si pensa che su circa seimila Pro Loco in Italia, soltanto una ventina
circa hanno un loro “periodico”, possiamo sentirci soddisfatti.
Nei prossimi giorni, anche quest’anno ci incontreremo con le Pro Loco che danno vita a questi periodici per
discutere sulle problematiche comuni a tutti e legate soprattutto ai costi di stampa, alle spese di spedizione,
ma anche alle difficoltà di ricerca dei materiali da pubblicare.
Un esempio da imitare ci viene dal Comune di Caselle in provincia di Torino (il Comune dell’aeroporto per
intenderci) certo più importante di Mortegliano dove la Pro Loco da 43 anni stampa il proprio mensile
“Cose Nostre” che puntualmente ci inviano. Più vicino a noi dobbiamo ricordare anche il “Barbacian” edito
dalla Pro Loco di Spilimbergo. Le varie difficoltà incontrate non li hanno fermati e speriamo che lo stesso
possa avvenire anche con noi. Nelle pagine interne riportiamo, come detto, i principali avvenimenti che si
sono succeduti nel territorio nel periodo che andiamo a considerare e cioè dal mese di ottobre 2013, dove ci
eravamo lasciati, e fino al 30 giugno 2014. Oltre ai fatti di pura cronaca mi pare comunque opportuno fare
alcune considerazioni sul futuro delle nostre attività e sulla necessità di cambiamento.
Ci sono state le elezioni comunali ed è stata confermata l’Amministrazione uscente, con cui avevamo collaborato
negli anni del precedente mandato e con cui confidiamo di continuare a collaborare. Andando oltre le
appartenenze politiche, la Pro Loco, negli oltre trent’anni di attività, ha sempre fornito, quando è stata richiesta,
una leale collaborazione agli Amministratori in carica e continuerà a farlo anche in futuro. E’ necessario
però un maggior coinvolgimento: se ci sono forze nuove, si facciano avanti perché c’è spazio per tutti e
purché il fine sia quello di dare un vero servizio alla Comunità sotto varie forme. Il nostro scopo principale è
promuovere il territorio a 360° e continueremo a farlo ancora fino a ché ne avremo la forza. Se veramente
stanno a cuore le sorti delle nostre Comunità, bisogna abbandonare i personalismi e le critiche sterili e rimboccarsi
le maniche facendo qualcosa secondo le proprie possibilità.
Ci sono vari eventi programmati o da programmare in cui si può fare veramente qualcosa; sollecitiamo ed
attendiamo fiduciosi altre idee e collaborazione.
Nell’ultimo numero di “Cose Nostre” che ricordavo prima, intitolavano il redazionale “Spes Ultima Dea?”
ricordando che ci vuole del bello e del buono nel provare ad essere ottimisti. Noi riprendiamo queste parole,
non in chiave “politica” come ha voluto fare l’articolista sul quel giornale, ma proprio come “speranza” di vedere
qualcosa di positivo davanti a noi, qualcosa di nuovo. E sarà allora, se questo nuovo ci sarà, che potremo
dire di essere veramente tutti vincenti.
Il Presidente
Flavio Barbina
Allegati
L'Ape giugno 2014.jpg
Massimo Fabiani
Messaggi: 7
Iscritto il: 27 ott 2012, 09:41
Giornale: Fatti Nostri

Re: RISERVATO AI DIRETTORI ...

Messaggio da leggere da Massimo Fabiani »

Buona idea, vedo anche se qui il lavoro di pro loco 'ngrossa (credo si capisca) ciao massimo
Rossana
Messaggi: 2
Iscritto il: 02 nov 2012, 20:29

Proloco Caldogno News I°numero 2011

Messaggio da leggere da Rossana »

Cari lettori ben trovati.
Il nostro “Proloco Caldogno News”è felicemente giunto al 6° numero.
Purtroppo per tanti di noi, le recenti festività sono state poco serene, turbate e rese amare dalle conseguenze dall’alluvione che ha sconvolto in modo inaspettato e repentino le loro vite e le loro case.
Di parole, gesti e lacrime condivise se ne sono spese tante da tre mesi a questa parte, vorrei su queste pagine dare risalto, se me lo consentite, all’ampio e tangibile segno di unione e cooperazione che gli abitanti di Caldogno, Cresole e Rettorgole hanno saputo rendere concreto e fraterno.
Nominare tutti i volontari che hanno preso parte al soccorso, alle pulizie, al sostegno nei giorni fatidici, sarebbe impossibile. A tutti loro ed a chiunque, in un qualsiasi modo, secondo le proprie possibilità, ha cooperato, il grazie più sentito da tutti noi, cittadini di un paese che si è saputo dimostrare uno ed uno solo.
Il giornale arriverà nelle case con il 2011 da poco iniziato ed allora, con tutta la redazione, vi porgo i nostri auguri perché sia un anno tutto da vivere, con speranza e fiducia spruzzate di ottimismo.
Troverete rubriche , programmi futuri delle nostre associazioni, una storia, una “pennellata” giapponese e l’anteprima della prossima Caldogno Villa di Scienza e poi, non scritto…,l’invito sempre e comunque a collaborare con noi, per rendere Proloco Caldogno News per tutti e di tutti.
Il direttore Rossana Agnolin
[/u][/b]
E' questo il primo numero dopo l'alluvione del I°novembre 2010 che ha sconvolto Cresole e Rettorgole ,le due frazioni di Caldogno.
Giorni da dimenticare e nel contempo da portare sempre con noi per le riflessioni seguite e la solidarietà che è sorta.
Ringrazio per l'opportunità e Baldo per l'impegno profuso nel sito.
A presto. Rossana
Avatar utente
baldo
Messaggi: 531
Iscritto il: 04 lug 2012, 21:54
Giornale: Cose Nostre
Località: Caselle Torinese

RISERVATO AI DIRETTORI ...

Messaggio da leggere da baldo »

Questa discussione è rivolta in particolare ai direttori dei nostri giornali.
Croce e delizia di ogni direttore di giornale, l'editoriale. Quel pezzo, rigorosamente in prima pagina, con cui accompagnare il numero in uscita.
Ogni direttore di giornale, specie se non di primo pelo, ne avrà prodotti a decine.
Fra tutti quelli scritti, ce ne sarà senz'altro uno a cui siete particolarmente affezionati, per l'argomento, o l'evento a cui è legato.
Ci farebbe piacere mettere in questo spazio quel vostro particolare editoriale.
Per cortesia inviatecelo inserendolo in questa discussione; nel messaggio di accompagnamento se ritenete spiegateci anche le motivazioni della scelta.
Un grazie particolare a chi romperà il ghiaccio.
Rispondi