Omaggio a Tonino


Siamo a 5 anni dalla scomparsa di Antonio Lisi, il 17 settembre 2012. Il ricordo di Antonio, presidente Della Pro Loco di Coreno Ausonio e fondatore del suo giornale La Serra, è sempre ben vivo nella sua comunità.
Naturale quindi questo omaggio, a cui si associa ben volentieri lo staff di GEPLI, che ha avuto l’opportunità di conoscere, telefonicamente, Tonino, in occasione dell’organizzazione, a marzo di quell’anno, del primo raduno a Caselle T.se dei giornali di Pro Loco.

Cocktail a Coreno


Ritorna anche quest’anno il festoso brindisi con i corenesi nel mondo, che raggiunge quest’anno la trentesima edizione.
Un momento di festa e di saluto per i tanti emigrati provenienti da tutte le parti del mondo (Stati Uniti, con una particolare concentrazione nello stato dell’Ohio, Canada, Francia, Svizzera, e poi Piemonte, Lombardia, Friuli, Umbria, etc..) che trascorrono le vacanze nel proprio paese natio nel Lazio meridionale. Un invito speciale quindi per quanti emigrarono in gioventù e che ora tengono stretto il legame grazie a La Serra, il trimestrale dell’associazione Pro Loco nato nel 1986.
Appuntamento quindi a Coreno Ausonio, al Centro Polifunzionale, venerdì 21 luglio, ore 20.

Nell’immagine, l’ultimo numero de La Serra, da poco uscito.

Terra di Lavoro e Prima Guerra mondiale: se ne parla a Coreno

Domani pomeriggio, sabato 22 aprile 2017, presentazione del libro LA PRIMA GUERRA MONDIALE E L’ALTA TERRA DI LAVORO : I CADUTI E LA MEMORIA di Gaetano de Angelis-Curtis, presidente della opnlus centro documentazione e studi cassinati. L’incontro  si terrà a Coreno  presso la sala polifunzonale comunale.

Ne da notizia la piccola, ma vivace e propositiva, Associazione Pro Loco di Coreno Ausonio,  che, in occasione della Pasqua, ha distribuito il numero 120 del periodico La Serra (nell’immagine, la prima pagina del giornale in uscita).

 

Happy 30th Anniversary

la-serra

Buon 30° anniversario. L’augurio, in inglese, arriva dagli Stati Uniti, e precisamente da Cleveland, ove vive una consistente colonia di corenesi, alcuni già di seconda o terza generazione.

Riprendiamo qui alcuni passi salienti della lettera, nella traduzione italiana, ripresi dalla pagina di copertina dell’ultimo numero de “La Serra”, il trimestrale della Pro Loco di Coreno Ausonio:

“… Noi della città di Cleveland, insieme agli altri abbonati di altre parti del mondo, siamo sicuramente concordi che gli attuali editori de La Serra, sotto la guida di Gaspare (1), stanno facendo un lavoro straordinario nel continuare a conservarne le tradizioni. Io credo che La Serra abbia toccato la maggior parte delle vite sia dei corenesi che vivono a Coreno che di quelli sparsi per il mondo, tenendoci informati sulle nostre tradizioni e i nostri valori ma soprattutto tenendo vivo lo spirito patriottico di sentirsi veramente Italo-Americano-Corenese …”

(1) Gaspare Biagiotti, coordinatore del giornale e presidente Pro Loco

I 30 anni della Serra

La Pro Loco di Coreno Ausonio festeggia i 30 anni del periodico di vita corenese “La Serra”. Qui di seguito il Comunicato Stampa:

“In questi giorni è in distribuzione il numero 116 de “La Serra”, già spedito alle tante famiglie dei corenesi sparse per il mondo. In allegato al questo primo numero del trentesimo anno – che riporta in copertina il suggestivo disegno dell’artista locale Eliseo Belmonte –  l’associazione Pro Loco di Coreno Ausonio pubblica una raccolta di cunti tratti dalla memoria di anziani collaboratori del giornale e pubblicati nel corso degli anni. All’interno tanti racconti della tradizione come Gliu cunthu regliu ciciu, Gliu Trisoru, Sparra mitthi tavola, Criccu e Croccu e tanti altri.

2011serra1.qxd

Una buona occasione per la raccolta è stata la giornata nazionale del dialetto, promossa dall’Unione nazionale delle Pro Loco italiane, dello scorso 17 gennaio. Il titolo della collezione “Gliu Trisoru” richiama inevitabilmente il valore del dialetto come prezioso elemento del patrimonio immateriale del piccolo paese aurunco, ma anche dell’intero territorio, che la Pro Loco intende custodire e rianimare.”