Nasce a Genova il primo consorzio metropolitano fra Pro Loco.

Genova è la prima città metropolitana d’Italia, capoluogo di Regione, a riconoscere un Consorzio tra le Pro Loco cittadine. Le nove Pro Loco di Genova rappresentano i territori di Voltri, Pegli, Sestri Ponente, Cornigliano, Sampierdarena, Valpolcevera, Apparizione, Boccadasse e Nervi.

Pro Loco cittadine, la strada giusta per un quartiere e una città a misura d’uomo. Essere unite permetterà di lavorare con maggior sinergia per valorizzare e promuovere le tante eccellenze del territorio.

L’accordo che istituisce il consorzio è stato sottoscritto, lo scorso luglio a Palazzo Tursi, da Paola Bordilli, assessore genovese alla tutela e sviluppo delle vallate, Cesare Pastorino, segretario dell’assemblea delle Pro Loco e Pier Enrico Mendace, della Pro Loco di Sampierdarena, designato come presidente del Consorzio. Vicepresidente è stato nominato Riccardo Ottonelli, della Pro Loco di Cornigliano, che metterà a disposizione del Consorzio una pagina del suo giornale, Il Corniglianese, che dal 2012 a oggi è stato distribuito gratuitamente ai cittadini in oltre un milione di copie.

Un momento della firma a Palazzo Tursi

“Salva la tua lingua locale”: al via l’ottava edizione

 Il concorso, giunto all’ottava edizione, nato con il fine di preservare la “lingua dell’infanzia”, persegue il fine di non perdere quel patrimonio inestimabile di storia cultura e tradizioni che sono le lingue locali.

Nel concorso sono presenti le categorie poesia edita ed inedita, prosa edita ed inedita, teatro inedito, musica e, novità di quest’anno, la nuova sezione dedicata al fumetto edito.

Compilando il formulario di iscrizione, reperibile all’interno del bando 2020, sarà possibile per gli autori di tutt’Italia partecipare anche a più categorie contemporaneamente. La proposta dovrà essere inviata entro il 16 ottobre 2020 nelle modalità indicate nel sito www.salvalatualingualocale.it.

Come di consueto, la proclamazione dei vincitori si svolgerà a dicembre nella Sala della Protomoteca del Campidoglio.

Arriva “Il Bardo”

Esordio, in questo mese di luglio, per una nuova testata giornalistica coraggiosamente lanciata da una Pro Loco. In questo caso a mettersi in gioco è la Pro Loco di Bardonecchia, presieduta da Carola Vajo.

Il nome della testata è fortemente evocativo: “Il Bardo”. Il bardo, nella cultura celtica, era il cantore che metteva in rima le imprese epiche della sua terra, avendo la missione di conservare e tramandare il sapere del popolo.

La testata, che si prefigge di uscire con cadenza trimestrale, vuole rappresentare una vetrina delle manifestazioni messe in cartellone ed organizzate dall’associazione turistica di una Pro Loco che si trova nel cuore delle montagne olimpiche torinesi. Gradevole la veste grafica, su carta patinata, e che si avvale di un accattivante materiale fotografico.

La rivista esce in questo primo numero come supplemento trimestrale di Paese Mio, organo dell’UNPLI Piemonte, direttore responsabile Riccardo Milan.

Mister Wonderland

Sul Corriere di Garfagnana di giugno, un articolo è dedicato alla straordinaria storia di Mister Wonderland, al secolo Sylvester Poli, nativo della Garfagnana: emigrato negli Stati Uniti, fece fortuna confezionando prima statuine in cera, poi aprendo musei delle cere e cinematografi, diventando il più importante imprenditore dello spettacolo negli Stati Uniti di fine 800.

“Mister Wonderland” è ora il titolo di un documentario, scritto e prodotto da Luca Peretti, cresciuto a Castelnuovo di Garfagnana e professore alla Ohio State University.