Un Megafono per la città

Il nuovo giornale della Pro Loco di Pinerolo.

Il numero 1 del nuovo giornale

“Frutto della penna di giovani e talentuosi giornalisti di Pinerolo ed edito in collaborazione con L’Eco del Chisone” Così si presenta il nuovo periodico, in distribuzione gratuita a Pinerolo. “La testata si chiama IL MEGAFONO non solo perché il nome ci è piaciuto molto fin da subito, ma perché esso rende l’idea in modo chiaro di che cosa il comitato redazionale ed il direttivo della Pro Pinerolo vogliano fare nei prossimi anni attraverso la rivista che tenete in mano. Come moderno strillone, il Megafono vuole gridare alla città di Pinerolo e a tutto il pinerolese le informazioni, gli appuntamenti, le notizie e le curiosità del nostro territorio, del mondo dell’associazionismo e delle proloco del territorio, favorendo nei lettori, curiosità, voglia di partecipare, spirito ed orgoglio di appartenenza”.

Un benvenuto da GEPLI alla nuova testata, la seconda pubblicata nella provincia di Torino, dopo la ben nota Cose Nostre, della Pro Loco di Caselle Torinese.

Il saluto del Direttore

Italo Galligani lascia l’incarico di Direttore del Corriere di Garfagnana, la storica testata mensile edita dalla Pro Loco di Castelnuovo di Garfagnana.

Ne da notizia lo stesso Direttore, nel numero di giugno 2019, subito dopo il suo ultimo editoriale, dedicato al commento dei recenti risultati elettorali, di europee ed amministrative, nella sua Garfagnana.

“L’abbandono è dovuto esclusivamente a motivi di età e ad una stanchezza che talvolta mi pesa.”

Italo Galligani, di professione avvocato penalista, ha compiuto di recente 81 anni. Continuerà comunque a collaborare al giornale, invitato a questo dal comitato di redazione, guidato da Guido Rossi.

Una recente immagine di Italo Galligani, alla sua festa degli 80 anni.

Cinigiano: torna “Fatti Nostri”?

Sul suo sito Fb la Pro Loco di Cinigiano (GR) informa che, in occasione della cinquantesima edizione della Festa dell’Uva, in programma solitamente nel primo weekend di ottobre, verrà pubblicato un numero speciale di Fatti Nostri.

Fatti Nostri, trimestrale della Pro Loco di Cinigiano, aveva smesso le sue uscite, due anni fa, dopo la prematura scomparsa del presidente Pro Loco e direttore del giornale Massimo Fabiani, avvenuta a luglio 2017.

Auguriamo all’attuale direttivo che questo numero speciale possa portare prima o poi al riavvio della pubblicazione della rivista, ben nota in ambito Gepli grazie alla partecipazione di Massimo alle prime edizioni degli incontri dei giornali Gepli..

Locandina dell’ultima edizione della Festa dell’Uva di Cinigiano

Borsa di studio, a Ruscio

Quinta edizione della Borsa di Studio istituita dall’Associazione Pro Ruscio, in memoria del Consigliere Osvaldo Perelli, fondatore della testata “La Barrozza”, edita dalla vivace Pro Loco umbra.

La borsa di studio, che vede protagonisti i ragazzi della scuola media di Monteleone di Spoleto, fu istituita per motivare i ragazzi alla conoscenza del territorio, svolgendo lavori di ricerca sulla realtà che li circonda.

Tema di questa V edizione è stato “Il Cammino di S. Benedetto, la tappa di Monteleone” che ha visto i giovani ‘giornalisti’ in giro per il paese a fare interviste, fotografie ai pellegrini e quanti hanno a che fare con loro nell’accoglienza.

La borsa di studio è stata consegnata nel corso di apposita cerimonia all’Asilo di Ruscio lo scorso 23 giugno.

Il Serrasanta ringiovanisce

Il Nuovo Serrasanta, mensile di Gualdo Tadino, informa che a inizio giugno, nell’ambito del progetto RETE!, è uscito il primo numero di Serrasanta Young, supplemento di 16 pagine realizzato dai ragazzi degli istituti scolastici della fascia appenninica fino a Nocera Umbra. Si può trovare Serrasanta Young presso le scuole del territorio.

Non è solo carta

La testata de “Il Paese”

Da uno degli ultimi numeri de “Il Paese”, bimestrale del Roero:

“Dopo averli letti, conserva tutti i numeri de “Il Paese” che ricevi: non è solo carta che si aggiunge alla carta già presente a casa tua. Contengono la “piccola storia” quotidiana della comunità del paese dove vivi, che, un giorno, i tuoi figli o nipoti, (dopo averla magari snobbata oggi) riscopriranno nella tua libreria, rileggendola per capire come vivevano e cosa pensavano i loro genitori o nonni”.

Frasi che valgono per tutti i nostri giornali. Alcuni di essi, per favorire la conservazione, rendono disponibili le annate rilegate. Lo fa anche “Il Paese”, con ristampe rilegate triennali del giornale. L’ultima uscita è stata pubblicata nel 2016, con la prefazione affidata al noto giornalista Aldo Cazzullo.