Notti magiche in Rocca


Dal periodico telematico della Pro Loco di Carmignano, provincia di Prato.

Ottimi vini, musica di qualità ma anche molto altro ancora. Torna sabato 4 e domenica 5 agosto 2018 e poi ancora giovedì 9 e venerdì 10, nei freschi giardini di olivi della Rocca di Carmignano, “Calici di stelle”.

Accade dal 2000, un format nazionale arricchito dalla locale Pro Loco edizione dopo edizione, con il patrocinio del Comune che mette a disposizione lo spazio.

“E’ una festa per enonauti esperti e per neofiti – ricorda il presidente Carlo Attucci, assieme agli altri membri del consiglio impegnati da settimane e con i quaranta e passa volontari già pronti per le quattro sere – .

E’ una festa per curiosi che sul vino (e i vini di Carmignano in particolare) vogliono saperne di più ma perfino per le famiglie”.

Una festa adatta a chi anche solo vuole passare una sera e una notte al fresco con un panorama da sogno e lo sguardo che dal giardino della rocca medievale, contesa nei secoli da eserciti contrapposti, abbraccia tutta la piana tra Firenze, Prato e Pistoia.

La Sorgente numero 96: presentazione a Caposele


Domani, venerdì 3 Agosto alle ore 18,30, nella sala Polifunzionale di Caposele (AV), sarà presentato il numero 96 de La Sorgente.

E’ un numero ricco di storia, immagini, cronaca e cultura varia. Particolare rilievo è stato dato alle vicende delle ultime Elezioni Amministrative.

 

La Sorgente numero 96 sarà nelle edicole di Caposele e Materdomini fino al 31 agosto.

Nell’immagine i volti di chi ha partecipato a scrivere un po’ di storia di Caposele

Salva la tua lingua locale

È online sul sito dell’UNPLI il bando della VI edizione del premio letterario nazionale “Salva la tua lingua locale” dedicato alle opere edite ed inedite, in dialetto o lingua locale, a cui si potrà partecipare entro il 7 settembre 2018.
Il Premio “Salva la tua lingua locale” è aperto a tutti gli autori e si articola nelle seguenti sezioni tutte a tema libero in uno dei dialetti o delle lingue locali d’Italia:

SEZIONE A – Poesia Edita (libro di poesia edito a partire dal 1 gennaio 2016)

SEZIONE B – Prosa Edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali)

SEZIONE C – Poesia Inedita

SEZIONE D – Prosa Inedita

SEZIONE MUSICA

SEZIONE SCUOLA (Il termine di partecipazione delle scuole è invece fissato al 30 novembre 2018)

Il regolamento completo è disponibile al seguente indirizzo: www.salvalatualingualocale.it.

Per maggiori informazioni: giornatadeldialetto@unpli.info

Agosto, tempo di elezioni

Agosto, tempo di elezioni? Normalmente la risposta è no; luglio ed agosto sono mesi tabù, anche se quest’anno abbiamo rischiato …
E’ invece tempo di elezioni (per il rinnovo del Consiglio Direttivo) per la Pro Ruscio, e la cosa ha la sua logica. I soci della Pro Loco sono per la maggior parte sparsi in Italia ed estero, e tornano al borgo natio profittando delle ferie estive. E così l’urna sarà aperta dal 15 al 25 agosto.
Qui di seguito l’invito, apparso sulla newsletter della Pro Ruscio, con l’invito pressante dei consiglieri “anziani”, rivolto alle generazioni più giovani, a candidarsi per entrare nel direttivo.

Mentre il Presidente Ottaviani procede – come da Statuto – ad indire le elezioni per il rinnovo dell’organo direttivo della nostra Associazione, i Consiglieri uscenti rivolgono un pressante invito ai Soci piu’ giovani, specialmente ai residenti nel paese, a impegnarsi in prima persona per un periodo di lavoro, pesante ma senza dubbio di grande soddisfazione nella gestione della nostra Pro Ruscio.
Essere dirigente di una pro loco rappresenta anche un momento formativo, una vera e propria palestra di vita: ideare nuovi progetti da sviluppare in sinergia con altre entita’ e pubbliche amministrazioni, gestire , tra mille difficolta’ e ristrettezze di bilancio, le strutture e i beni della Associazione, organizzare manifestazioni culturali e ricreative…
Quando le Pubbliche Amministrazioni sembrano “ritirarsi” e scomparire, la pro loco rappresenta l’unico vero presidio del territorio, l’unica realta’ in grado di raccogliere e potenziare i desideri della gente, l’unica organizzazione che puo’ trovare gli spunti, le energie per il miglioramento sociale e anche economico del territorio e dei suoi abitanti.
Oggi , pro loco vuol dire sempre meno panini, salsicce e bruschettate, e sempre piu’ visione politica, spinta culturale, momento di aggregazione delle idee, solidarieta’ sociale: davvero un gran bel mestiere!
E allora, se non avete paura di accettare una sfida, se desiderate mettervi in gioco, se volete fare qualcosa per il vostro paese, questa e’ l’occasione… candidatevi!!!

E la chiamano estate


Venerdì 13 luglio, a partire dalle ore 19:00 presso la piazzetta antistante l’Info Point Ruvo di Puglia, sarà presentata, attraverso proiezioni di immagini evocative, un’antologia di racconti epigrafata “E la chiamano estate – Quando andavamo in villeggiatura” di Valentino Losito, Consigliere Nazionale dell’Ordine Dei Giornalisti Della Puglia – Bari, edito da SECOP Edizioni. Alla presentazione, con l’autore dialogherà Angelo Tedone, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno.it. I saluti saranno affidati a Rocco Lauciello, Presidente della Pro Loco UNPLI Ruvo di Puglia nonché dell’Unpli Puglia e a Monica Filograno, Assessora alla Cultura e Turismo del Comune di Ruvo di Puglia.
Il reading è promosso nell’ambito degli interventi a sostegno della qualificazione e del potenziamento del servizio di informazione degli Info-Point turistici dei comuni che aderiscono alla rete regionale, finanziati dall’Assessorato al Turismo della Regione Puglia per il Piano Strategico del turismo, Puglia 365, in sinergia con l’Assessorato al Turismo della Città di Ruvo di Puglia e l’Associazione Pro Loco.
Il “diario emozionale”, è una raccolta di brevi aneddoti di una infanzia felice e che ha lasciato nell’autore e lascerà in ogni lettore una scia di ricordi che rendono ancora azzurro e leggero il cuore.

Gente di Magliano

Riceviamo da Cesare Giudice, coordinatore editoriale de Il Paese, segnalazione di un’interessante mostra. Il bimestrale “Il paese”, inizialmente partito dalla Pro Loco di Magliano Alfieri, con le sue 1900 copie raggiunge i sette comuni della Sinistra Tanaro del Roero (provincia di Cuneo).
La mostra fotografica, allestita nel castello Alfieri di Magliano, si inaugura la prossima domenica 8 luglio alle 10,30 e rimarrà aperta fino al 15 agosto.

Gente di Magliano, così si intitolava un libro di fotografie di maglianesi del passato, corredato anche di notizie storiche, edito dalla Pro Loco nel 1986. A distanza di oltre trent’anni da quell’iniziativa, che ottenne un notevole successo, si è pensato di spostare l’attenzione sul presente del nostro paese, fissando in uno scatto i volti di persone che ci vivono da sempre accanto ad altre che sono arrivate a Magliano da posti anche lontani e si sono inserite nel nostro tessuto sociale apportandovi le loro specificità culturali.
Sono state ritratte persone di ogni età residenti nelle tre frazioni del nostro paese, che vanno perciò a costituire un campione rappresentativo dell’attuale popolazione maglianese: sono ritratti ambientati in un contesto famigliare e rassicurante capace di facilitare la naturalezza delle espressioni. Tutti si sono dimostrati disponibili e il lavoro è fluito regolare.
Le relative “schede” biografiche, necessariamente sintetiche, intendono solo mettere in rilievo qualche tratto caratteristico delle persone che compaiono nelle fotografie e sono segnate da una leggerezza di fondo che, in qualche caso, si esprime in osservazioni ironiche intese a suscitare un sorriso.
I promotori di questo progetto non hanno inteso operare una selezione per individuare una piccola minoranza di maglianesi più “meritevoli” di altri: la loro intenzione è di fare di questa mostra un punto di partenza, nella convinzione che il punto di arrivo, per quanto difficilmente realizzabile, dovrebbe consistere nel fotografare tutti i maglianesi, dal primo all’ultimo, per rendere l’idea di una comunità di persone che si sono trovate a vivere nello stesso luogo geografico e che formano quindi, in qualche modo, una grande famiglia. Come esistono gli album fotografici di famiglia, allo stesso modo, col tempo, potrebbe andare a prendere forma un voluminoso album di foto della famiglia dei maglianesi, rendendoci un po’ più consapevoli della nostra identità e facendoci anche sentire un po’ più vicini gli uni agli altri.
Questo si propone di essere, pertanto, solo l’embrione di un progetto più vasto, da sviluppare col passare del tempo.
Il materiale raccolto nel corso del lavoro potrebbe confluire nel progetto dell’Archivio audiovisivo di Magliano avviato dalle associazioni culturali Amici castello Alfieri e il paese (già piuttosto ricco e includente anche l’immenso patrimonio fotografico di Antonio Adriano e numerosi video amatoriali girati nel nostro paese), da collocare presso la Biblioteca civica, dove tutti potranno visionarlo.