Spilimbergo: 70 anni di Pro Loco


Sabato 20 ottobre, con una breve cerimonia a Palazzo Tadea, e poi con una grande torta in piazza Duomo, la Pro Loco di Spilimbergo ha celebrato i suoi 70 anni di attività nella cittadina friulana.
Era infatti il 29 ottobre 1948 quando, su invito del commissario prefettizio Antonio Antonietti, si riunirono nella sala consiliare del municipio 45 cittadini: lo scopo era quello di dare vita a un’associazione che mirasse allo sviluppo economico, culturale e artistico della città e dei paesi vicini.
Obiettivo raggiunto, possiamo dire 70 anni dopo.
Congratulazioni al presidente Marco Bendoni, che in GEPLI ben conosciamo per avere ospitato il 2° Incontro Nazionale dei giornali di Pro Loco, in occasione di un’altra importante ricorrenza, i 50 anni del giornale locale Il Barbacian.
Marco Bendoni da dodici anni conduce la Pro Spilimbergo; artigiano originario di Guidonia (Roma), è trapiantato a Spilimbergo da parecchi anni. In questa occasione dei 70 anni di vita associativa della Pro Spilimbergo ha così sottolineato il valore di questa esperienza:«Il volontariato è una fantastica opportunità per imparare nuove cose. È il modo migliore per incontrare nuove persone e fare esperienze diverse, essere utili al prossimo o difendere le tradizioni. Ma soprattutto è il più grande regalo che possiamo fare a noi stessi. Quando circa 25 anni fa mi avvicinai alla Pro loco, non pensavo che ciò avrebbe cambiato la mia vita, divenendo un notevole impegno quotidiano, parte integrante delle mie giornate. Perché, se è vero che sono gli uomini a fare l’associazione, è vero anche che è l’associazione a fare gli uomini».