Sentieri di ferro

17 novembre 2022
Presentato ieri sera in anteprima regionale a #Potenza il documentario “Sentieri di ferro”, prodotto da Digital Lighthouse scritto da Lucia Varasano, diretto dal regista Luca Curto, con la partecipazione dell’attore lucano Rocco Papaleo e del campione italiano di parapendio Aaron Durogati.
Il Presidente regionale Ente #ProLoco #Basilicata Rocco Franciosa nel ringraziare per il gradito invito ha rivolto i complimenti per l’ottimo documentario realizzato rivolgendo un plauso particolare al regista Curto, all’attore lucano Rocco Papaleo e alla curatrice del testo Lucia Varasano da anni impegnata nella promozione turistica e lo sviluppo delle ferrovie dismesse con il progetto “Paesaggi ferroviari lucani per la sostenibilità del territorio e lo sviluppo locale. Un cammino ‘green’ lungo la Lagonegro-Spezzano Albanese – GREEN-WAY”.
L’opera, vincitrice della Stella d’Argento come “Miglior Documentario” al Festival del Cinema Italiano, protagonista al Festival “Visioni Verticali-Ambiente e Territori” in programma a Potenza dal 12 al 19 novembre a “Il Piccolo Teatro” Principe di Piemonte.
L’opera racconta la storia dell’abbandono e della rinascita dell’ex ferrovia Lagonegro-Spezzano Albanese che, dismessa alla fine degli anni ’80 del Novecento, è stata in parte riconvertita come greenway. Girato tra Basilicata e Calabria, è un viaggio lento ed emozionale che, snodandosi lungo la ex ferrovia, conduce alla scoperta di un eccezionale patrimonio naturalistico attraversando il Parco dell’Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese e il Parco del Pollino, la Valle del fiume Noce e del Mercure/Lao, il lago Laudemio e il Sirino, la Riserva naturale Gole del Raganello.
La ferrovia, con le sue peculiari caratteristiche ingegneristiche e infrastrutturali, è il filo verde da cui parte e si dipana il racconto del passato, del presente e del futuro di questa greenway, attingendo a fonti d’archivio, testuali, iconografiche e audiovisive conservate presso la Cineteca Lucana e l’Istituto Luce. L’elemento storico si fonde a quello artistico ed emozionale grazie ai monologhi di Rocco Papaleo che, in un esercizio di memoria personale, narra i ricordi legati alla “ferrovia del suo paese”.
Il tono nostalgico del documentario si alterna al messaggio di rinascita che il campione Aaron Durogati consegna allo spettatore pedalando tra paesaggi mozzafiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.