Festa a Genova per i 10 anni del mensile Il Corniglianese

Decimo anniversario del mensile il Corniglianese e grande pomeriggio di festa, venerdì 29 aprile, a Villa Bombrini.

I significati della festa sono tantissimi,  a partire dall’unicità di un quartiere di cittadini che ha saputo far maturare e cresce un progetto apparentemente pazzesco: un giornale.  Un giornale (mensile gratuito) che raccontasse il territorio. Evidentemente il Corniglianese c’è riuscito. E si rilancia con un una nuova compagine editoriale, una veste grafica rinnovata e contenuti aggiuntivi di otto pagine, 32 in tutto, che sono state inserite all’interno del periodico che non racconterà solo le notizie del quartiere ma che parlerà di tutta la città (la Pagina della città, è infatti il sottotitolo) e che ha raggiunto il traguardo di oltre un milione e centomila copie distribuite.

Nel corso dell’incontro è intervenuto anche Davide Falteri, affermato imprenditore genovese della logistica, che ha deciso di dare il proprio contributo assumendo il ruolo di coeditore del giornale. E se, nell’era digitale, investire nella carta stampata sembra una scelta controcorrente, Falteri ha espresso un pensiero da molti condiviso: “La carta ci permette di riprendere la nostra dimensione nel tempo, ha il fascino antico di poter raccontare quello che succede in un contesto non troppo allargato. Credo nel fascino della carta stampata, abbiamo l’opportunità di focalizzare l’attenzione su quello che leggiamo”.

Il direttore editoriale Riccardo Ottonelli: “L’ingresso di un soggetto privato, coinvolto attraverso progetti sociali ed editoriali condivisi e una scrittura privata che sancisce un chiaro accordo, ha consentito alla Pro Loco, nella sua veste di editore, di accedere a quelle risorse finanziarie necessarie a tirare avanti”. 

In attesa delle chiavi

Un aggiornamento da Genova Cornigliano. L’argomento, le paradossali avventure della Pro Loco di Cornigliano (e del suo giornale, Il Corniglianese), alla ricerca di una sede.
Scrive Riccardo Ottonelli, direttore editoriale:
“Scaduto il bando il 30 giugno u.s. e assegnataci come sede Pro Loco nei giorni successivi siamo sempre in attesa delle chiavi. Ma quanto c..avolo ci vuole dopo due anni che è vuota?”

Festa popolare a Cornigliano

Ripreso dal sito Facebook de Il Corniglianese di Genova                festa popolare Cornigliano luglio 2016

“Domenica 17 luglio p.v. alle ore 12.00 presso il parco di villa Bombrini, in occasione dell’annuale festa popolare, la Pro Loco Cornigliano ospita a pranzo tutti i redattori e i collaboratori della Redazione de “Il Corniglianese” per un piccolo tangibile segno di riconoscimento alla loro opera gratuita e volontaria. Un momento di spensierata aggregazione ma anche di riflessione sul futuro del ns giornale e della Pro Loco. E’ indispensabile prenotarsi comunicando a chi scrive oppure ad Alfonso e/o Salvatore. Avete capito bene “nu se paga”!”

 

Il direttore editoriale

Cambio di direttore editoriale al Corniglianese. Ne dà notizia il numero di gennaio del mensile genovese.
Fabrizio Cartabianca saluta; gli subentra Riccardo Ottonelli. Invariato il direttore: Enrico Cirone.
Molto “genovese” la spiegazione dei ruoli che fornisce ai suoi lettori il giornale. Ve la riproponiamo.
Il direttore del giornale è come il comandante della nave; il direttore editoriale è colui che sta a terra e dall’agenzia marittima detta le linee guida in accordo con l’editore (la Pro Loco).
Chiaro, no?

copertina gennaio 2016