Ritorna Paese Mio, la rivista delle Pro Loco del Piemonte

Ritorna Paese Mio, la rivista delle Pro Loco del Piemonte, dopo una temporanea sospensione delle pubblicazioni, dal secondo semestre del 2018 fino al mese scorso.

E ritorna non più su carta, ma in formato direttamente elettronico.

Le motivazioni le spiega il Direttore della testata, Riccardo Milan:

“Non sembra ma è proprio un caso che la rivista delle Pro Loco del Piemonte rinasca ad altra vita in formato elettronico in questo 2020. Una scelta necessaria per giungere velocemente nei cellulari e nei computer degli iscritti. E per superare così uno dei gap della tradizione rispetto alla modernità: la velocità, l’immediatezza, la condivisione… Una newsletter che approfondisce ed integra le altre forme di comunicazione dell’Unpli. Stiamo sperimentando i video, i post e, perché no i podcast, per le comunicazioni che verranno, sia interne fra Unpli e Pro Loco sia esterne fra Pro Loco e pubblico generalizzato. Un Paese Mio che non rinuncia alla forma cartacea, ma la riduce ad eccezione mentre la regola sarà la rete. La comunicazione digitale. La modernità che in questo 2020 ci è entrata di forza nelle case non è un male, pensateci: meno consumo di energia, maggiori possibilità di incontro, maggiore quantità di informazioni scambiate. Era l’anno giusto per cambiare e così è stato. Impariamo dai problemi.

In ricordo di Nanni Vignolo

Gradita visita a Cavour, il 26  ottobre. del presidente nazionale Claudio Nardocci, per ricordare Nanni Vignolo, fondatore dell’UNPLI Piemonte, di cui fu presidente dal 1985 al 2008, anno della prematura scomparsa. Ad attendere a Cavour il presidente nazionale l’attuale presidente regionale Giuliano Degiovanni.

Nanni Vignolo fu anche vicepresidente nazionale UNPLI, e fondatore della testata “Paese Mio”.

presidente%20claudio%20nardocci%20a%20cavour%20to%2026-10-2016%20-%2011%20-%20foto%20aldo%20merlo

 

Un “PAESE MIO” tutto nuovo

primo trimestre 2016

Molte novità per Paese Mio, il trimestrale organo ufficiale di UNPLI Piemonte.
Sono cambiati, col primo numero di quest’anno, il formato, la grafica, il logo della testata, il direttore responsabile. Cioè praticamente tutto.
20 le pagine, tutte a colori. Le 4 pagine centrali sono, grazie ad un accordo di collaborazione già in corso, lasciate come contenuti ad UNPLI Toscana.
A pag. 2 e 3 i saluti del direttore uscente, Lino Falco ( 30 anni con Paese Mio, il titolo del suo pezzo ), e del presidente del Comitato regionale uscente, Bruno Verri, che non si ricandida in questa tornata di rinnovi dei comitati UNPLI. Fine corsa per il bene comune, il titolo del pezzo con cui si congeda.
Con perfetta simmetria, nelle pagine successive, si presentano il nuovo presidente “in pectore” Giuliano De Giovanni ( “Un popolo in cammino raggiunge sempre la propria metà” ) e il nuovo direttore del giornale Riccardo Milan ( “Una stretta di mano”).

COSE NOSTRE di aprile

Testata%20Cose%20Nostre

E’ in edicola da stamattina il numero 485 di Cose Nostre, il mensile della Pro Loco di Caselle Torinese.

Fra gli articoli di questo numero: a pag. 3 i servizi sulla kermesse Agricoltura e Commercio di domenica 10 aprile, con l’intervista al nuovo presidente L.A.C.A. Luca Marchiori; a pag. 9 la riapertura, grazie a Steu Bruno e agli amici della Stazione, del caso sulla misteriosa morte di uno 007 casellese; a pag. 10-11 per Storie Nostre la rievocazione del primo volo di linea italiano, 90 anni fa, da Torino a Trieste; a pag. 16-17 in anteprima esclusiva le immagini dell’insediamento del Caselle Village sulle aree ATA, con le ultime notizie sui programmi SATAC; a pag. 20 “Pinocchio e il nucleare”, in preparazione della serata del 30 aprile in Sala Cervi per fare il punto a 30 anni da Chernobyl.

Per la rubrica Piazze Amiche, a pag. 14, Riccardo Milan  nuovo direttore della rivista di UNPLI Piemonte Paese Mio si presenta.

Buona lettura!